Biologia e semantica. Il caso della schizofrenia