Le argomentazioni dei paranoici tra logica e retorica