Messana, personificazione dell'omonima città, compare sulle monete della città dello Stretto intorno al 425 a.C., e ancora un secolo dopo sempre alla guida di una biga di mule. Il veicolo mulare è l'antico carro agricolo, utilizzato nei rituali del matrimonio e della morte, nei riti magici di fertilità e di fecondità, immagine di un viaggio beneaugurale per la città e del fluire della vita. Si evidenziano analogie e differenze con le Ninfe eponime, le Fortunae italiche e la dea Persephone.

Messana Tyche/Fortuna sulle monete della città dello Stretto

CALTABIANO, Maria
2003

Abstract

Messana, personificazione dell'omonima città, compare sulle monete della città dello Stretto intorno al 425 a.C., e ancora un secolo dopo sempre alla guida di una biga di mule. Il veicolo mulare è l'antico carro agricolo, utilizzato nei rituali del matrimonio e della morte, nei riti magici di fertilità e di fecondità, immagine di un viaggio beneaugurale per la città e del fluire della vita. Si evidenziano analogie e differenze con le Ninfe eponime, le Fortunae italiche e la dea Persephone.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11570/1583439
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact