Il contributo, prendendo le mosse da un'indagine storico-giuridica sull'ammissibilità dell'esercizio in forme societarie dell'attività libero-professionale, esamina i principali aspetti della disciplina contenuta nel d.lgs. 2 febbraio 2001, n. 96, nella parte in cui regola le cosiddette società tra avvocati (società in nome collettivo speciali). In particolare, il lavoro si sofferma su costituzione, oggetto e conferimenti, ragione sociale, requisiti dei soci, pubblicità, amministrazione, modifiche, responsabilità per i debiti sociali, invalidità e liquidazione. Trattasi di uno scritto interdisciplinare, a cavallo tra diritto della professione forense e diritto societario.

L'ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE FORENSE IN FORMA SOCIETARIA

MOLLURA, Teresa
2010

Abstract

Il contributo, prendendo le mosse da un'indagine storico-giuridica sull'ammissibilità dell'esercizio in forme societarie dell'attività libero-professionale, esamina i principali aspetti della disciplina contenuta nel d.lgs. 2 febbraio 2001, n. 96, nella parte in cui regola le cosiddette società tra avvocati (società in nome collettivo speciali). In particolare, il lavoro si sofferma su costituzione, oggetto e conferimenti, ragione sociale, requisiti dei soci, pubblicità, amministrazione, modifiche, responsabilità per i debiti sociali, invalidità e liquidazione. Trattasi di uno scritto interdisciplinare, a cavallo tra diritto della professione forense e diritto societario.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11570/1916055
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact