Utilizzazione senza titolo di un bene per scopi di interesse pubblico: la Corte di Strasburgo e l’Italia continuano a dialogare. Ma con quale profitto?