La crisi finanziaria globale in atto rende ineludibile l’evoluzione dei sistemi di programmazione e controllo finanziario delle imprese, che sempre più dovranno essere in grado prevenire il rischio di default. Tale esigenza è rilevante sia per l’impresa in sé, sia per preservare le relazioni di credito con le banche e dialogare con gli azionisti e i mercati dei capitali. L’opera, che si articola in due volumi, presenta gli strumenti tradizionali e più innovativi dell’analisi finanziaria e li reinterpreta nella prospettiva del rischio finanziario. Il primo volume è dedicato all’inquadramento generale del binomio impieghi- fonti, ai problemi di copertura del fabbisogno finanziario e alla presentazione del framework interpretativo della probabilità di default. Segue un esame approfondito del bilancio quale strumento tradizionale dell’analisi finanziaria. Lo studio delle tecniche di analisi del bilancio (indici e flussi) viene condotto per presentarne le valenze segnaletiche ai fini del giudizio sulla solvibilità aziendale. Particolare attenzione, oltre che alla dinamica degli investimenti, viene dedicata agli indicatori legati al tempo di manifestazione dei processi aziendali e alla rotazione del capitale, temi solitamente trascurati nella manualistica ma particolarmente rilevanti per il giudizio di solvibilità. Dopo aver descritto il concetto di rischio, si presenta l’evoluzione del rapporto banca-impresa alla luce degli accordi di Basilea 2, e si esaminano le conseguenti esigenze di misurare l’affidabilità dell’impresa mediante i c.d. rating interni. Infine, si individua quale tema rilevante di sintesi la programmazione economico-finanziaria affrontata nei risvolti della redazione del business plan. Il testo introduce allo studio del financial risk management e vuole fornire un framework di conoscenze di base per la valutazione, da una prospettiva economico-aziendale, del rischio di insolvenza delle imprese. È destinato a studenti universitari dei corsi di analisi e controllo finanziario, corsi di base (volume 1) e magistrali (volume 2), e a professionisti che operano nell’area della finanza e del controllo finanziario.

Controllo finanziario e rischio di default. Volume 1. La prospettiva dell'analisi di bilancio

DEL POZZO, Antonio
2011

Abstract

La crisi finanziaria globale in atto rende ineludibile l’evoluzione dei sistemi di programmazione e controllo finanziario delle imprese, che sempre più dovranno essere in grado prevenire il rischio di default. Tale esigenza è rilevante sia per l’impresa in sé, sia per preservare le relazioni di credito con le banche e dialogare con gli azionisti e i mercati dei capitali. L’opera, che si articola in due volumi, presenta gli strumenti tradizionali e più innovativi dell’analisi finanziaria e li reinterpreta nella prospettiva del rischio finanziario. Il primo volume è dedicato all’inquadramento generale del binomio impieghi- fonti, ai problemi di copertura del fabbisogno finanziario e alla presentazione del framework interpretativo della probabilità di default. Segue un esame approfondito del bilancio quale strumento tradizionale dell’analisi finanziaria. Lo studio delle tecniche di analisi del bilancio (indici e flussi) viene condotto per presentarne le valenze segnaletiche ai fini del giudizio sulla solvibilità aziendale. Particolare attenzione, oltre che alla dinamica degli investimenti, viene dedicata agli indicatori legati al tempo di manifestazione dei processi aziendali e alla rotazione del capitale, temi solitamente trascurati nella manualistica ma particolarmente rilevanti per il giudizio di solvibilità. Dopo aver descritto il concetto di rischio, si presenta l’evoluzione del rapporto banca-impresa alla luce degli accordi di Basilea 2, e si esaminano le conseguenti esigenze di misurare l’affidabilità dell’impresa mediante i c.d. rating interni. Infine, si individua quale tema rilevante di sintesi la programmazione economico-finanziaria affrontata nei risvolti della redazione del business plan. Il testo introduce allo studio del financial risk management e vuole fornire un framework di conoscenze di base per la valutazione, da una prospettiva economico-aziendale, del rischio di insolvenza delle imprese. È destinato a studenti universitari dei corsi di analisi e controllo finanziario, corsi di base (volume 1) e magistrali (volume 2), e a professionisti che operano nell’area della finanza e del controllo finanziario.
Economia
9788856847321
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11570/1962226
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact