Naturalizzare la conoscenza di sé: la forza motivazionale delle credenze in prima persona