Nonostante sia trascorso ben più di un secolo dai primi brevetti moderni, il calcestruzzo strutturale non ha esaurito le sue potenzialità di sviluppo e custodisce ancora, se sapientemente orientato, molteplici direzioni di innovazione, alcune delle quali già in fase avanzata di studio. L’imperativo della sostenibilità, in particolare, sta ridisegnando i percorsi della ricerca, teorica e applicata, rivolti a questo materiale e la finalità di affiancare indicatori di qualità energetico-ambientale alla produzione dei calcestruzzi innovativi ha già conseguito esiti promettenti nel campo dei cementi di miscela, degli aggregati da macerie, delle aggiunte da sottoprodotti industriali, con ricadute più o meno mature in ambito merceologico. In questo contesto intendiamo occuparci delle sperimentazioni che, concluse o attive, propongono la sostituzione della componente medio-grossa degli aggregati minerali con altri derivati da plastica riciclata per la formulazione di calcestruzzi leggeri strutturali e di quanto questi studi abbiano inciso sulla produzione di aggregati plastici e premiscelati. Lo scenario ricomposto, rivelatosi complesso e lacunoso, è certamente un indispensabile base di conoscenze entro il quale muovere le prossime fasi di approfondimento per completare un processo avviato ma attualmente non disponibile per una fruizione diffusa.

Aggregati plastici riciclati per calcestruzzi: dalla sperimentazione alla produzione

FIANDACA, Ornella
Primo
;
LIONE, Raffaella
Ultimo
2015

Abstract

Nonostante sia trascorso ben più di un secolo dai primi brevetti moderni, il calcestruzzo strutturale non ha esaurito le sue potenzialità di sviluppo e custodisce ancora, se sapientemente orientato, molteplici direzioni di innovazione, alcune delle quali già in fase avanzata di studio. L’imperativo della sostenibilità, in particolare, sta ridisegnando i percorsi della ricerca, teorica e applicata, rivolti a questo materiale e la finalità di affiancare indicatori di qualità energetico-ambientale alla produzione dei calcestruzzi innovativi ha già conseguito esiti promettenti nel campo dei cementi di miscela, degli aggregati da macerie, delle aggiunte da sottoprodotti industriali, con ricadute più o meno mature in ambito merceologico. In questo contesto intendiamo occuparci delle sperimentazioni che, concluse o attive, propongono la sostituzione della componente medio-grossa degli aggregati minerali con altri derivati da plastica riciclata per la formulazione di calcestruzzi leggeri strutturali e di quanto questi studi abbiano inciso sulla produzione di aggregati plastici e premiscelati. Lo scenario ricomposto, rivelatosi complesso e lacunoso, è certamente un indispensabile base di conoscenze entro il quale muovere le prossime fasi di approfondimento per completare un processo avviato ma attualmente non disponibile per una fruizione diffusa.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Aggregati plastici riciclati_Roma 2015.pdf

accesso aperto

Descrizione: Cover_Indice_Retro
Tipologia: Altro materiale allegato (es. Copertina, Indice, Materiale supplementare, Brevetti, Spin off, Start up, etc.)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 2.44 MB
Formato Adobe PDF
2.44 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
Aggregati plastici riciclati_Roma 2015.pdf

solo utenti autorizzati

Descrizione: Versione in pre print ad alta risoluzione
Tipologia: Altro materiale allegato (es. Copertina, Indice, Materiale supplementare, Brevetti, Spin off, Start up, etc.)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 1.59 MB
Formato Adobe PDF
1.59 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
4R_Roma 2015_BR.pdf

solo utenti autorizzati

Descrizione: Articolo in post print a bassa risoluzione
Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 1.55 MB
Formato Adobe PDF
1.55 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11570/3056986
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact