Il contributo illustra la diffusione di soggetti catalano-aragonesi nella Sicilia occidentale tardo medievale, evidenziando i due momenti di svolta di questo processo di acculturazione: il Vespro, nel 1282, e la conquista dell'isola da parte di Martino il giovane nel 1392. Le presenze iberiche più incisive nell'isola furono dunque quella mercantile e quella militare. Alla fine di questo processo piuttosto travagliato, gli iberici risulteranno sostanzialmente fusi con la popolazione siciliana, che tende a conservare una propria specifica identità, sebbene arricchita dall'apporto catalano-aragonese.

Catalani ed Aragonesi nel Val di Mazara tra Trecento e Quattrocento: tempi, spazi, interazioni.

TOCCO, Francesco Paolo
2015

Abstract

Il contributo illustra la diffusione di soggetti catalano-aragonesi nella Sicilia occidentale tardo medievale, evidenziando i due momenti di svolta di questo processo di acculturazione: il Vespro, nel 1282, e la conquista dell'isola da parte di Martino il giovane nel 1392. Le presenze iberiche più incisive nell'isola furono dunque quella mercantile e quella militare. Alla fine di questo processo piuttosto travagliato, gli iberici risulteranno sostanzialmente fusi con la popolazione siciliana, che tende a conservare una propria specifica identità, sebbene arricchita dall'apporto catalano-aragonese.
978-88-97317-18-0
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11570/3070719
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact