Probabilmente i soggetti psicotici cercano di compensare le loro idee deliranti anche attraverso i linguaggi espressivi liberatori. Nelle storie di follia, insomma, è facile avvertire un bisogno di esprimersi che serve al delirante per liberarsi dagli angosciosi sentimenti psicotici. In questo breve saggio, attraverso l’esame di un singolare caso clinico – cioè di un classico delirio d’immaginazione, dunque di un raro caso di parafrenia – cercheremo di comprendere il senso e la valenza psicologica dei linguaggi espressivi (psicotici) liberatori.

Dalle parti di Mediluce. I linguaggi espressivi liberatori

Antonino Bucca
2018

Abstract

Probabilmente i soggetti psicotici cercano di compensare le loro idee deliranti anche attraverso i linguaggi espressivi liberatori. Nelle storie di follia, insomma, è facile avvertire un bisogno di esprimersi che serve al delirante per liberarsi dagli angosciosi sentimenti psicotici. In questo breve saggio, attraverso l’esame di un singolare caso clinico – cioè di un classico delirio d’immaginazione, dunque di un raro caso di parafrenia – cercheremo di comprendere il senso e la valenza psicologica dei linguaggi espressivi (psicotici) liberatori.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11570/3120821
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact