«Angeli, cosiddetti dèi, e demoni malvagi» nella visione terapeutica di Teodoreto di Cirro.