Il lavoro è frutto di una ricerca multidisciplinare che ha visto la stretta collaborazione tra archeologi e archeometristi allo scopo di definire i caratteri tecnici distintivi della produzione di due specifiche classi di manufatti fittili, rispetto alle quali nella letteratura archeologica la città di Gela viene indicata come centro creatore di prim’ordine: le terrecotte figurate e quelle architettoniche. La ricerca ha comportato una campionatura significativa di reperti provenienti da un contesto artigianale, nel caso della piccola coroplastica, e da uno scarico di un’importante area sacra nel caso dei rivestimenti architettonici. Le analisi hanno evidenziato che le terrecotte figurate si possono ricondurre a due impasti lievemente diversi, ma entrambi locali e confrontabili con quelli di altri manufatti di Gela, come la ceramica comune e le anfore da trasporto. Le terrecotte architettoniche, invece, hanno rivelato una tecnica di fabbricazione molto più complessa, caratterizzata dall’aggiunta alla matrice argillosa locale di degrassanti allogeni di natura vulcanica, probabilmente per migliorare la tenuta dei pezzi in fase di cottura.

La produzione di coroplastica e di terrecotte architettoniche a Gela in età arcaica e classica

SANTOSTEFANO, ANTONELLA TINDARA
Primo
;
Grazia Spagnolo
Secondo
;
Germana Barone;
2018

Abstract

Il lavoro è frutto di una ricerca multidisciplinare che ha visto la stretta collaborazione tra archeologi e archeometristi allo scopo di definire i caratteri tecnici distintivi della produzione di due specifiche classi di manufatti fittili, rispetto alle quali nella letteratura archeologica la città di Gela viene indicata come centro creatore di prim’ordine: le terrecotte figurate e quelle architettoniche. La ricerca ha comportato una campionatura significativa di reperti provenienti da un contesto artigianale, nel caso della piccola coroplastica, e da uno scarico di un’importante area sacra nel caso dei rivestimenti architettonici. Le analisi hanno evidenziato che le terrecotte figurate si possono ricondurre a due impasti lievemente diversi, ma entrambi locali e confrontabili con quelli di altri manufatti di Gela, come la ceramica comune e le anfore da trasporto. Le terrecotte architettoniche, invece, hanno rivelato una tecnica di fabbricazione molto più complessa, caratterizzata dall’aggiunta alla matrice argillosa locale di degrassanti allogeni di natura vulcanica, probabilmente per migliorare la tenuta dei pezzi in fase di cottura.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Spagnolo 2018_Atti Gela2.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 520.07 kB
Formato Adobe PDF
520.07 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11570/3136466
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact