Subpersonalità, percezione corporea e cancro: il disegno secondo C. Simonton come strumento prognostico e terapeutico