Scintille, aculei e uncini nella memoria. Petrarca lettore dei classici