Giacomo Pacchiarotti e il fu Matteo Balducci: un po’ di ordine in fototeca (con qualche appunto su Vincenzo Tamagni)