La rappresentazione dello spazio e la sua espressione linguistica: l’invarianza nella variabilità