Memorie autobiografiche come patrimonio di comunità