I porti sono un’infrastruttura fondamentale per lo sviluppo economico e sociale del territorio. Essi, infatti, hanno storicamente rappresentato un driver essenziale per l’espansione commerciale e, nell’ambito di un’economia globalizzata, per il miglioramento della competitività del territorio di riferimento. Un ruolo cruciale, in tal senso, è ricoperto dalle autorità portuali, le quali devono investire in infrastrutture e in servizi e, al contempo, valorizzare l’ambiente sociale in cui operano, attraverso interventi concertati e condivisi, al fine di differenziarsi dai concorrenti acquisendo vantaggi competitivi sostenibili. Il Sistema portuale italiano è stato oggetto, nell’ultimo trentennio, di un profondo processo di riorganizzazione e di rinnovamento. La necessità di competere con i porti internazionali e, allo stesso tempo, di inserirsi come parte integrante del sistema di trasporto europeo, hanno presto evidenziato i limiti dimensionali delle Autorità Portuali. In tal senso, a seguito dell’elaborazione del Piano Strategico Nazionale della portualità e della logistica, il settore è stato oggetto di riordino. Il presente lavoro si propone di offrire delle prime considerazioni e spunti di riflessione sulla nuova Autorità di Sistema Portuale dello Stretto prevista dal d.l. n.119/2018.

La nuova Autorità di Sistema Portuale dello Stretto. Prime considerazioni e spunti di riflessione in prospettiva economico–aziendale

Barresi, Gustavo
Co-primo
;
Marisca, Carmelo
Co-primo
;
Naciti, Valeria
Co-primo
2019-01-01

Abstract

I porti sono un’infrastruttura fondamentale per lo sviluppo economico e sociale del territorio. Essi, infatti, hanno storicamente rappresentato un driver essenziale per l’espansione commerciale e, nell’ambito di un’economia globalizzata, per il miglioramento della competitività del territorio di riferimento. Un ruolo cruciale, in tal senso, è ricoperto dalle autorità portuali, le quali devono investire in infrastrutture e in servizi e, al contempo, valorizzare l’ambiente sociale in cui operano, attraverso interventi concertati e condivisi, al fine di differenziarsi dai concorrenti acquisendo vantaggi competitivi sostenibili. Il Sistema portuale italiano è stato oggetto, nell’ultimo trentennio, di un profondo processo di riorganizzazione e di rinnovamento. La necessità di competere con i porti internazionali e, allo stesso tempo, di inserirsi come parte integrante del sistema di trasporto europeo, hanno presto evidenziato i limiti dimensionali delle Autorità Portuali. In tal senso, a seguito dell’elaborazione del Piano Strategico Nazionale della portualità e della logistica, il settore è stato oggetto di riordino. Il presente lavoro si propone di offrire delle prime considerazioni e spunti di riflessione sulla nuova Autorità di Sistema Portuale dello Stretto prevista dal d.l. n.119/2018.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
3169373.pdf

solo utenti autorizzati

Descrizione: Contributo
Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 5.94 MB
Formato Adobe PDF
5.94 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Copertina economia, azienda e territorio__Anno 2019.pdf

solo utenti autorizzati

Descrizione: Copertina
Tipologia: Altro materiale allegato (es. Copertina, Indice, Materiale supplementare, Brevetti, Spin off, Start up, etc.)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 89.6 kB
Formato Adobe PDF
89.6 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11570/3169373
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact