L’indagine mette in evidenza come le misure per la prevenzione ed il contrasto del bullismo e cyberbullismo, oggetto delle più recenti politiche pubbliche italiane, hanno dovuto fare i conti con comportamenti a rischio, determinati, in molti casi, da condizioni di disagio sociale, non ascrivibili al solo contesto educativo scolastico territoriale, ma rilevanti su una diversa dimensione spaziale, quale quella della realtà virtuale.

Cyberbullismo, ‘servizi educativo-scolastici delle periferie’ e ‘nativi digitali’

Vittoria Berlingò
2020

Abstract

L’indagine mette in evidenza come le misure per la prevenzione ed il contrasto del bullismo e cyberbullismo, oggetto delle più recenti politiche pubbliche italiane, hanno dovuto fare i conti con comportamenti a rischio, determinati, in molti casi, da condizioni di disagio sociale, non ascrivibili al solo contesto educativo scolastico territoriale, ma rilevanti su una diversa dimensione spaziale, quale quella della realtà virtuale.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11570/3180011
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact