I rapporti tra Francesco di Paola e i sovrani napoletani, tra cui in particolare il re Ferrante, furono alquanto controversi. All’approvazione ufficiale della fondazione dell’eremo di Paola, Ferrante fece seguire un atteggiamento di aperta ostilità verso il frate calabrese quando questi, senza ottenerne il preventivo consenso, procedette alla istituzione di un eremo a Castellammare di Stabia. Il contrasto tuttavia si risolse in seguito all’esigenza del sovrano aragonese di servirsi dei buoni uffici di Francesco presso la corte del re di Francia Luigi XI, che teneva in grande considerazione il frate taumaturgo, da cui sperava di ottenere la guarigione della infermità di cui soffriva.

Francesco di Paola e il potere politico nel Regno di Napoli

Caridi, Giuseppe
2020

Abstract

I rapporti tra Francesco di Paola e i sovrani napoletani, tra cui in particolare il re Ferrante, furono alquanto controversi. All’approvazione ufficiale della fondazione dell’eremo di Paola, Ferrante fece seguire un atteggiamento di aperta ostilità verso il frate calabrese quando questi, senza ottenerne il preventivo consenso, procedette alla istituzione di un eremo a Castellammare di Stabia. Il contrasto tuttavia si risolse in seguito all’esigenza del sovrano aragonese di servirsi dei buoni uffici di Francesco presso la corte del re di Francia Luigi XI, che teneva in grande considerazione il frate taumaturgo, da cui sperava di ottenere la guarigione della infermità di cui soffriva.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11570/3182209
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact