“Vagabondaggio”, il giovane d’Annunzio e la laboriosa composizione del “Mastro”