L’imponente opera fortificatoria della città di Messina, voluta nel 1535 da Carlo V, fu realizzata dall’allora viceré Ferdinando Gonzaga. Messina, per la conformazione naturale del suo porto e per la peculiare posizione geografica di “porta” dello Stretto, era infatti considerata un luogo strategico da difendere, prevedendo un sistema che garantisse il presidio di un sí importante sito all’interno del bacino del Mediterraneo.

Messina: per una riqualificazione urbana dell’area adiacente alle fortificazioni spagnole tra la Porta delle Bozzette ed il rivelino Dama Bianca

Altadonna Alessio
Primo
2019

Abstract

L’imponente opera fortificatoria della città di Messina, voluta nel 1535 da Carlo V, fu realizzata dall’allora viceré Ferdinando Gonzaga. Messina, per la conformazione naturale del suo porto e per la peculiare posizione geografica di “porta” dello Stretto, era infatti considerata un luogo strategico da difendere, prevedendo un sistema che garantisse il presidio di un sí importante sito all’interno del bacino del Mediterraneo.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11570/3211216
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact