Il turismo è senza dubbio tra le attività più importanti dell’economia acese, quella che offre migliori prospettive e lo dimostra la crescita costante degli ultimi decenni, che certamente non è stata intaccata da qualche occasionale battuta d’arresto. Acireale grazie al suo passato, all’inestimabile patrimonio naturale, artistico e culturale, alla presenza di una delle più belle coste ioniche, la Riviera dei Limoni, è in grado di soddisfare una domanda turistica differenziata, comprendente oltre al turismo balneare e a quello in transito, legato ai tours che interessano l’Etna, Taormina e Siracusa, il turismo congressuale, agevolato dalla presenza di alcune grandi strutture alberghiere, il turismo culturale, per la presenza di innumerevoli beni culturali e infine un turismo termale e della terza età. Nel presente lavoro vengono analizzati l’offerta turistica, i progetti di sviluppo legati a forme di commercio su aree pubbliche che, per tradizione, rappresentano motivo di attrazione e i progetti di valorizzazione delle antiche Terme, che fanno di Acireale uno dei centri termali riconosciuti a livello nazionale ed europeo, ma che necessitano di una revisione di tipo manageriale e di una riorganizzazione dello stabilimento per incrementare il volume di affari e le presenze turistiche. Una politica di rilancio che dovrebbe coinvolgere gli organismi istituzionali locali e le forze imprenditoriali presenti nel territorio.

Acireale: polo di attrazione turistica della costa ionica siciliana

DI BLASI, Elena
2008

Abstract

Il turismo è senza dubbio tra le attività più importanti dell’economia acese, quella che offre migliori prospettive e lo dimostra la crescita costante degli ultimi decenni, che certamente non è stata intaccata da qualche occasionale battuta d’arresto. Acireale grazie al suo passato, all’inestimabile patrimonio naturale, artistico e culturale, alla presenza di una delle più belle coste ioniche, la Riviera dei Limoni, è in grado di soddisfare una domanda turistica differenziata, comprendente oltre al turismo balneare e a quello in transito, legato ai tours che interessano l’Etna, Taormina e Siracusa, il turismo congressuale, agevolato dalla presenza di alcune grandi strutture alberghiere, il turismo culturale, per la presenza di innumerevoli beni culturali e infine un turismo termale e della terza età. Nel presente lavoro vengono analizzati l’offerta turistica, i progetti di sviluppo legati a forme di commercio su aree pubbliche che, per tradizione, rappresentano motivo di attrazione e i progetti di valorizzazione delle antiche Terme, che fanno di Acireale uno dei centri termali riconosciuti a livello nazionale ed europeo, ma che necessitano di una revisione di tipo manageriale e di una riorganizzazione dello stabilimento per incrementare il volume di affari e le presenze turistiche. Una politica di rilancio che dovrebbe coinvolgere gli organismi istituzionali locali e le forze imprenditoriali presenti nel territorio.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11570/7441
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact