La cittadinanza è ancora un potere dello Stato o oggi è dieventata un diritto dell'individuo, come già prevedeva la Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo? Il lavoro analizza i più recenti strumenti di tutela dei diritti umani e la prassi di alcuni tribunali internazionali, per mettere in evidenza come non esiste più un potere assoluto dello Stato nel concedere o negare la cittadinanza, ma come sia sempre più accentuato il rilievo di una cittadinanza effettiva, determinata dal legame reale fra stato ed individuo, indipendentemente da quanto gli ordinamenti statali stabiliscono in proposito

LA CITTADINANZA NEL DIRITTO INTERNAZIONALE: POTERE DELLO STATO O DIRITTO DELL'INDIVIDUO

PANELLA, Carmela
2009

Abstract

La cittadinanza è ancora un potere dello Stato o oggi è dieventata un diritto dell'individuo, come già prevedeva la Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo? Il lavoro analizza i più recenti strumenti di tutela dei diritti umani e la prassi di alcuni tribunali internazionali, per mettere in evidenza come non esiste più un potere assoluto dello Stato nel concedere o negare la cittadinanza, ma come sia sempre più accentuato il rilievo di una cittadinanza effettiva, determinata dal legame reale fra stato ed individuo, indipendentemente da quanto gli ordinamenti statali stabiliscono in proposito
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11570/8750
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact