I reattivi mentali nella pratica clinica