Dal "Don Karlos" al "Don Carlos": lo Schiller di Verdi