La presenza della Confessioni religiose nello svolgimento di attività sociali e assistenziali è imponente, sia negli ordinamenti europei sia extraeuropei, e si concretizza attraverso innumerevoli istituzioni, le cui attività spaziano da quelle più propriamente di religione e di culto a quelle di beneficenza, assistenza, istruzione. Il settore sanitario è uno dei campi dove maggiormente hanno luogo intersezioni fra diritto comune ed esigenza, da parte di strutture di matrice confessionale, di mantenere un'area di specialità. L'ospedale religioso è oggi una struttura senza fini di lucro che non si rivolge più esclusivamente agli appartenenti ad un determinato credo, né tantomeno rappresenta un ambiente destinato a fare opera di proselitismo. Nella maggior parte dei Paesi esso si pone in un rapporto di cooperazione con la sanità pubblica, offre i suoi servizi all'intera collettività e si apre ad un contesto pluralistico. Si tratta di strutture che, in forza del loro inserimento in un tipo di organizzazione sanitaria che integra pubblico e privato, ricevono in vari modi forme di sovvenzionamento da parte dello Stato, e sono soggette pertanto a forme di controllo pubblico con riferimento all'attività esercitata e alla rispondenza a standards tecnico-qualitativi. L'opera illustra le problematiche relative agli enti ecclesiastici esercenti attività diverse da quelle di religione e di culto, con particolare riguardo a quegli enti che si impegnano nel settore sanitario. In questo tomo la tematica viene approfondita con specifico riferimento agli U.S.A.

Gli ospedali cattolici. I modelli statunitensi e l'esperienza giuridica italiana: profili comparatistici. Tomo I - Gli ospedali cattolici negli U.S.A

MADERA, Adelaide
2004

Abstract

La presenza della Confessioni religiose nello svolgimento di attività sociali e assistenziali è imponente, sia negli ordinamenti europei sia extraeuropei, e si concretizza attraverso innumerevoli istituzioni, le cui attività spaziano da quelle più propriamente di religione e di culto a quelle di beneficenza, assistenza, istruzione. Il settore sanitario è uno dei campi dove maggiormente hanno luogo intersezioni fra diritto comune ed esigenza, da parte di strutture di matrice confessionale, di mantenere un'area di specialità. L'ospedale religioso è oggi una struttura senza fini di lucro che non si rivolge più esclusivamente agli appartenenti ad un determinato credo, né tantomeno rappresenta un ambiente destinato a fare opera di proselitismo. Nella maggior parte dei Paesi esso si pone in un rapporto di cooperazione con la sanità pubblica, offre i suoi servizi all'intera collettività e si apre ad un contesto pluralistico. Si tratta di strutture che, in forza del loro inserimento in un tipo di organizzazione sanitaria che integra pubblico e privato, ricevono in vari modi forme di sovvenzionamento da parte dello Stato, e sono soggette pertanto a forme di controllo pubblico con riferimento all'attività esercitata e alla rispondenza a standards tecnico-qualitativi. L'opera illustra le problematiche relative agli enti ecclesiastici esercenti attività diverse da quelle di religione e di culto, con particolare riguardo a quegli enti che si impegnano nel settore sanitario. In questo tomo la tematica viene approfondita con specifico riferimento agli U.S.A.
Pubblicazioni della Facoltà di Giurisprudenza della Università di Messina - Quaderni per la didattica e la ricerca
9788814113314
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11570/1592934
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact