La concezione del re guerriero, centrale nella ideologia della regalità macedone, ha determinato l’acclamazione a re anche di personaggi non in grado di gestire di fatto il potere (affidato perciò ad un epitropos) in quanto minori di età o minorati nella persona. È il caso, esaminato in questo lavoro, della coppia di re costituita da Filippo III Arrideo (323-317), e da Alessandro IV (323-310 ca.), i due immediati successori di Alessandro Magno.

Filippo III, Alessandro IV e l’ideologia del re guerriero alle origini della basileia ellenistica

TRIPODI, Bruno
2010

Abstract

La concezione del re guerriero, centrale nella ideologia della regalità macedone, ha determinato l’acclamazione a re anche di personaggi non in grado di gestire di fatto il potere (affidato perciò ad un epitropos) in quanto minori di età o minorati nella persona. È il caso, esaminato in questo lavoro, della coppia di re costituita da Filippo III Arrideo (323-317), e da Alessandro IV (323-310 ca.), i due immediati successori di Alessandro Magno.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11570/1906814
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact