Il "tempo" come fattore che consolida i rapporti: la prolungata convivenza tra coniugi è ostativa alla delibazione della sentenza ecclesiastica di nullità del matrimonio.