Sull'impiego dell'associazione bacitracina-neomicina nella patologia vescicale batterica