E’ dimostrato che la salpingectomia laparoscopica per gravidanza ectopica, rappresenta l’approccio preferenziale in presenza di tuba controlaterale macroscopicamente nella norma. Obiettivo dello studio è stato quello di valutare l’outcome riproduttivo nelle pazienti sottoposte a salpingectomia per gravidanza ectopica. Abbiamo condotto uno studio retrospettivo su 48 pazienti consecutive afferite presso il nostro dipartimento dal 2005 al 2010 con diagnosi di gravidanza ectopica ed emoperitoneo sottoposte a salpingectomia laparoscopica. I dati sono stati raccolti consultando le cartelle cliniche e con questionario telefonico, dopo un anno dall’intervento, analizzando: parità, età, epoca gestazionale, integrità della tuba interessata, condizioni della tuba controlaterale, insorgenza spontanea della gravidanza, esito della gravidanza. Sono state escluse: pazienti monotuba, con tuba controlaterale compromessa, gravidanze medicalmente assistite. L’età media delle pazienti era di 32.25±4.94 anni (range 19-42), il 45% erano nullipare, il 55% pluripare, l’epoca gestazionale era 6.4±1.19 settimane (range 5-10), la tuba risultava essere integra nel 90% dei casi. La tuba controlaterale era macroscopicamente nella norma nel 72.5%, presentava tortuosità ma fimbrie indenni nel 27.5%. Il 60% delle pazienti desiderava prole: il 66.6% di queste ha ottenuto una o più gravidanze spontaneamente, il 16.6% con tecniche di PMA, il restante 16.6% non ha avuto gravidanze. Tra le pluripare il 50% desiderava prole, nel 90.9% questa è insorta spontaneamente, nel 9% mediante PMA, nel 54,5% dei casi la tuba controlaterale presentava un decorso tortuoso, di queste il 50% ha fatto ricorso a PMA; tra pazienti nullipare il 72.2% desiderava prole, di queste l’84.61% ha ottenuto una gravidanza spontaneamente (9% mediante PMA), mentre 15.3% non l’ha ottenuta. Il 15.3% delle pazienti nullipare presentava una tuba controlaterale tortuosa, queste hanno ottenuto spontaneamente una gravidanza. Nel nostro studio, anche se con risultati statisticamente non significativi, l’outcome riproduttivo delle nullipare è lievemente più sfavorevole. La tuba controlaterale tortuosa è condizione più frequente nelle pluripare, per cui la metà dei casi è ricorso a PMA; nelle nullipare questa condizione ha un incidenza minore ed in tutti i casi con un’insorgenza spontanea della gravidanza. E’ interessante notare, che non è mai insorta una gravidanza extrauterina ripetuta e che le gravidanze a termine sono esitate nel 100% dei casi in taglio cesareo per indicazioni non riconducibili alla pregressa salpingectomia.

Outcome riproduttivo dopo gravidanza tubarica

DE DOMINICI, ROSANNA;RETTO, Giovanni;PALMARA, Vittorio Italo;LAGANA', ANTONIO SIMONE;STURLESE, Emanuele
2012

Abstract

E’ dimostrato che la salpingectomia laparoscopica per gravidanza ectopica, rappresenta l’approccio preferenziale in presenza di tuba controlaterale macroscopicamente nella norma. Obiettivo dello studio è stato quello di valutare l’outcome riproduttivo nelle pazienti sottoposte a salpingectomia per gravidanza ectopica. Abbiamo condotto uno studio retrospettivo su 48 pazienti consecutive afferite presso il nostro dipartimento dal 2005 al 2010 con diagnosi di gravidanza ectopica ed emoperitoneo sottoposte a salpingectomia laparoscopica. I dati sono stati raccolti consultando le cartelle cliniche e con questionario telefonico, dopo un anno dall’intervento, analizzando: parità, età, epoca gestazionale, integrità della tuba interessata, condizioni della tuba controlaterale, insorgenza spontanea della gravidanza, esito della gravidanza. Sono state escluse: pazienti monotuba, con tuba controlaterale compromessa, gravidanze medicalmente assistite. L’età media delle pazienti era di 32.25±4.94 anni (range 19-42), il 45% erano nullipare, il 55% pluripare, l’epoca gestazionale era 6.4±1.19 settimane (range 5-10), la tuba risultava essere integra nel 90% dei casi. La tuba controlaterale era macroscopicamente nella norma nel 72.5%, presentava tortuosità ma fimbrie indenni nel 27.5%. Il 60% delle pazienti desiderava prole: il 66.6% di queste ha ottenuto una o più gravidanze spontaneamente, il 16.6% con tecniche di PMA, il restante 16.6% non ha avuto gravidanze. Tra le pluripare il 50% desiderava prole, nel 90.9% questa è insorta spontaneamente, nel 9% mediante PMA, nel 54,5% dei casi la tuba controlaterale presentava un decorso tortuoso, di queste il 50% ha fatto ricorso a PMA; tra pazienti nullipare il 72.2% desiderava prole, di queste l’84.61% ha ottenuto una gravidanza spontaneamente (9% mediante PMA), mentre 15.3% non l’ha ottenuta. Il 15.3% delle pazienti nullipare presentava una tuba controlaterale tortuosa, queste hanno ottenuto spontaneamente una gravidanza. Nel nostro studio, anche se con risultati statisticamente non significativi, l’outcome riproduttivo delle nullipare è lievemente più sfavorevole. La tuba controlaterale tortuosa è condizione più frequente nelle pluripare, per cui la metà dei casi è ricorso a PMA; nelle nullipare questa condizione ha un incidenza minore ed in tutti i casi con un’insorgenza spontanea della gravidanza. E’ interessante notare, che non è mai insorta una gravidanza extrauterina ripetuta e che le gravidanze a termine sono esitate nel 100% dei casi in taglio cesareo per indicazioni non riconducibili alla pregressa salpingectomia.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11570/2021428
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact