Questo lavoro illustra l’attività svolta nell’ambito di un Programma di Ricerca di Interesse Nazionale, finanziato nel 2008, dal titolo “Analisi degli scenari di potenziale criticità su impianti industriali e infrastrutture della Sicilia Orientale e dei rischi sanitari associati nel caso di forte attivazione esplosiva del vulcano Etna”. L’attività riguarda la definizione di procedure per la valutazione della vulnerabilità di persone e apparecchiature industriali presenti in aree vulcaniche e la loro applicazione al territorio etneo. Per la modellazione degli effetti sulla salute sono in corso di formulazione delle funzioni di Probit per il calcolo rapido ed efficace della probabilità che su una definita fascia della popolazione si abbia un determinato effetto dannoso in funzione: della composizione delle ceneri, della loro concentrazione e del tempo di esposizione. Relativamente alla modellazione del danneggiamento delle apparecchiature industriali, il lavoro è stato focalizzato sui serbatoi di stoccaggio atmosferici a tetto fisso e galleggiante (tipologia double-deck) e sui sistemi di filtrazione ed è stato finalizzato alla determinazione di spessori e concentrazioni critiche di ceneri che provocano determinate tipologie di danni e alla definizione delle probabilità di superamento di tali parametri. Infine l’utilizzo di una sistema GIS (Geographical Information System) ha consentito la creazione e la visualizzazione di mappe di vulnerabilità per un caso studio.

Analisi degli effetti di emissioni di ceneri vulcaniche sugli impianti industriali e sulla salute dell’uomo

MILAZZO, Maria Francesca
;
2012

Abstract

Questo lavoro illustra l’attività svolta nell’ambito di un Programma di Ricerca di Interesse Nazionale, finanziato nel 2008, dal titolo “Analisi degli scenari di potenziale criticità su impianti industriali e infrastrutture della Sicilia Orientale e dei rischi sanitari associati nel caso di forte attivazione esplosiva del vulcano Etna”. L’attività riguarda la definizione di procedure per la valutazione della vulnerabilità di persone e apparecchiature industriali presenti in aree vulcaniche e la loro applicazione al territorio etneo. Per la modellazione degli effetti sulla salute sono in corso di formulazione delle funzioni di Probit per il calcolo rapido ed efficace della probabilità che su una definita fascia della popolazione si abbia un determinato effetto dannoso in funzione: della composizione delle ceneri, della loro concentrazione e del tempo di esposizione. Relativamente alla modellazione del danneggiamento delle apparecchiature industriali, il lavoro è stato focalizzato sui serbatoi di stoccaggio atmosferici a tetto fisso e galleggiante (tipologia double-deck) e sui sistemi di filtrazione ed è stato finalizzato alla determinazione di spessori e concentrazioni critiche di ceneri che provocano determinate tipologie di danni e alla definizione delle probabilità di superamento di tali parametri. Infine l’utilizzo di una sistema GIS (Geographical Information System) ha consentito la creazione e la visualizzazione di mappe di vulnerabilità per un caso studio.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11570/2465224
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact