La depressione post-partum (DPP) è un disturbo dell’umore che colpisce le donne nel periodo successivo al parto. Le manifestazioni principali comprendono sintomi della sfera affettiva quali labilità emotiva, irritabilità, sentimenti di inadeguatezza e di autosvalutazione. Recenti studi hanno sottolineato l’importanza di fattori psicologici e di alcuni tratti di personalità nell’insorgenza della DPP (1-2). Scopo del lavoro è stato quello di individuare una classe di potenziali fattori di vulnerabilità psicosociale nell’insorgenza del maternity blues e del disturbo depressivo post-partum. A una popolazione di 100 donne, reclutate presso l’UOC di Ginecologia e Ostetricia del Policlinico Universitario di Messina, è stata somministrata nel corso del terzo trimestre di gravidanza, oltre a una scheda anagrafica con rilevazione di dati psicosociali e di anamnesi psichiatrica pregressa, una batteria di test costitutita da: Big Five Questionnaire (BFQ) per lo studio della personalità, Toronto Alexithymia Scale (TAS 20) per la presenza di alessitimia, State Trait Anger Expression Inventory (STAXI-2) per la valutazione della rabbia. In una seconda fase (3° giorno, 3° mese e 6° mese dopo il parto), pazienti venivano poi sono stati somministrati il Blues Questionnaire (Kennerley, H., Gath, D., 1989) per la valutazione del baby blues e l’Edinburgh Postnatal Depression Scale - EPDS (Cox JL, Holden JM, Sagovsky R, 1987) per la presenza di depressione post partum. I risultati ottenuti indicano che la presenza di peculiari tratti personologici nel corso della gravidanza può rappresentare un effettivo fattore favorente l’insorgenza di DPP. In tale ottica, attuare già durante il periodo di gravidanza un trattamento psicoterapico mirato ad affrontare i potenziali fattori di vulnerabilità psicosociale potrebbe rappresentare un momento di indubbia importanza nella prevenzione dei disturbi affettivi del post-partum.

Fattori di vulnerabilità psicosociale nella depressione postpartum

LEONARDI, VALENTINA;MERLINO, MARZIA;GRECO, DOMENICA;BRUNO, ANTONIO;LAGANA', ANTONIO SIMONE;STURLESE, Emanuele;RETTO, Giovanni;TRIOLO, Onofrio;ARDITA, FRANCESCA;DE DOMINICI, ROSANNA;MUSCATELLO, Maria Rosaria Anna;ZOCCALI, Rocco Antonio
2013

Abstract

La depressione post-partum (DPP) è un disturbo dell’umore che colpisce le donne nel periodo successivo al parto. Le manifestazioni principali comprendono sintomi della sfera affettiva quali labilità emotiva, irritabilità, sentimenti di inadeguatezza e di autosvalutazione. Recenti studi hanno sottolineato l’importanza di fattori psicologici e di alcuni tratti di personalità nell’insorgenza della DPP (1-2). Scopo del lavoro è stato quello di individuare una classe di potenziali fattori di vulnerabilità psicosociale nell’insorgenza del maternity blues e del disturbo depressivo post-partum. A una popolazione di 100 donne, reclutate presso l’UOC di Ginecologia e Ostetricia del Policlinico Universitario di Messina, è stata somministrata nel corso del terzo trimestre di gravidanza, oltre a una scheda anagrafica con rilevazione di dati psicosociali e di anamnesi psichiatrica pregressa, una batteria di test costitutita da: Big Five Questionnaire (BFQ) per lo studio della personalità, Toronto Alexithymia Scale (TAS 20) per la presenza di alessitimia, State Trait Anger Expression Inventory (STAXI-2) per la valutazione della rabbia. In una seconda fase (3° giorno, 3° mese e 6° mese dopo il parto), pazienti venivano poi sono stati somministrati il Blues Questionnaire (Kennerley, H., Gath, D., 1989) per la valutazione del baby blues e l’Edinburgh Postnatal Depression Scale - EPDS (Cox JL, Holden JM, Sagovsky R, 1987) per la presenza di depressione post partum. I risultati ottenuti indicano che la presenza di peculiari tratti personologici nel corso della gravidanza può rappresentare un effettivo fattore favorente l’insorgenza di DPP. In tale ottica, attuare già durante il periodo di gravidanza un trattamento psicoterapico mirato ad affrontare i potenziali fattori di vulnerabilità psicosociale potrebbe rappresentare un momento di indubbia importanza nella prevenzione dei disturbi affettivi del post-partum.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11570/2514622
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact