La costanza del comportamento di scelta nella sindrome di Rett