La funzione dell’arousal nella teoria della complessità