La virtuosità energetica può diventare virtù architettonica?