L’Università degli Studi Roma Tre adotta il Bilancio Sociale quale nuovo documento di comunicazione e di informazione con lo scopo di qualificare ancor più il sistema informativo complessivo (contabile e non contabile) in termini di trasparenza, semplificazione e completezza della performance e di soddisfazione delle aspettative dei propri stakeholder. In coerenza con le linee di governo dell’Ateneo, il Bilancio Sociale si pone come strumento determinante nello sviluppo del sistema di responsabilità di una moderna università per la condivisione delle sue scelte e dei suoi obiettivi. L’anno 2013 segna la fase di avvio della redazione del primo Bilancio Sociale che, nel pieno rispetto dei principi, delle caratteristiche fondamentali e delle metodologie impiegate, sarà poi sottoposto nel corso degli esercizi successivi a continui affinamenti. Il Bilancio Sociale non è un documento obbligatorio né per le Università né per le altre aziende pubbliche o private. Esso rappresenta un documento di rendicontazione e condivisione dei risultati raggiunti da una azienda o istituzione con finalità sociali al termine di un determinato periodo di attività; al tempo stesso, esso illustra le priorità e le scelte compiute dall’ente in questione, tenendo conto delle esigenze dei propri attori di riferimento. Lo scopo è di integrare e, quindi, progressivamente affiancare il bilancio di esercizio, che risponde alle fondamentali esigenze di carattere amministrativo, legale e tradizionale. La complessità degli elementi considerati al suo interno deve poter rispondere all’esigenza di costruire un profilo dell’Ateneo condiviso e, soprattutto, basato su una globalità di elementi non soltanto economici. Esso, perciò, non deve risolversi in un esercizio di comunicazione per far conoscere alla comunità sociale la propria efficienza ed efficacia; deve, invece, essere di ausilio per rendere il conto (ovvero rendicontare) alla comunità sociale di ciò che realmente l’Ateneo ha fatto in un certo periodo (nell’anno di attività operativa) in coerenza con le proprie scelte strategiche, in campo economico, sociale, educativo, ambientale, culturale e scientifico, affinché tutti gli stakeholder abbiano percezione del loro ruolo e del contributo che essi stessi danno allo sviluppo in senso lato dell’Ateneo. L’obiettivo cui, perciò, dovrebbe tendere il Bilancio Sociale di Roma Tre è quello di comporre nella sua complessità l’insieme delle informazioni descrittive dello stato attuale dell’Ateneo partendo dalle motivazioni alla base delle scelte strategiche per illustrare, infine, le potenziali ricadute e i benefici che quelle stesse scelte hanno apportato ai singoli attori in termini di sostenibilità. Il presente Bilancio Sociale, redatto ispirandosi agli standard G.B.S. per le università1, risulta composto dalle seguenti tre sezioni: • Identità dell’Università degli Studi Roma Tre; • La creazione del valore e la sua distribuzione; • Relazione Sociale.

- IL CAPITALE INTANGIBILE DELL’UNIVERSITÀ ROMA TRE PER LA CREAZIONE DI VALORE - IL CAPITALE INTELLETTUALE DELL’UNIVERSITÀ ROMA TRE PER LA CREAZIONE DI VALORE - Il capitale intellettuale dell’Università Roma Tre: il capitale “umano” 2

VERMIGLIO, CARLO
Primo
2015

Abstract

L’Università degli Studi Roma Tre adotta il Bilancio Sociale quale nuovo documento di comunicazione e di informazione con lo scopo di qualificare ancor più il sistema informativo complessivo (contabile e non contabile) in termini di trasparenza, semplificazione e completezza della performance e di soddisfazione delle aspettative dei propri stakeholder. In coerenza con le linee di governo dell’Ateneo, il Bilancio Sociale si pone come strumento determinante nello sviluppo del sistema di responsabilità di una moderna università per la condivisione delle sue scelte e dei suoi obiettivi. L’anno 2013 segna la fase di avvio della redazione del primo Bilancio Sociale che, nel pieno rispetto dei principi, delle caratteristiche fondamentali e delle metodologie impiegate, sarà poi sottoposto nel corso degli esercizi successivi a continui affinamenti. Il Bilancio Sociale non è un documento obbligatorio né per le Università né per le altre aziende pubbliche o private. Esso rappresenta un documento di rendicontazione e condivisione dei risultati raggiunti da una azienda o istituzione con finalità sociali al termine di un determinato periodo di attività; al tempo stesso, esso illustra le priorità e le scelte compiute dall’ente in questione, tenendo conto delle esigenze dei propri attori di riferimento. Lo scopo è di integrare e, quindi, progressivamente affiancare il bilancio di esercizio, che risponde alle fondamentali esigenze di carattere amministrativo, legale e tradizionale. La complessità degli elementi considerati al suo interno deve poter rispondere all’esigenza di costruire un profilo dell’Ateneo condiviso e, soprattutto, basato su una globalità di elementi non soltanto economici. Esso, perciò, non deve risolversi in un esercizio di comunicazione per far conoscere alla comunità sociale la propria efficienza ed efficacia; deve, invece, essere di ausilio per rendere il conto (ovvero rendicontare) alla comunità sociale di ciò che realmente l’Ateneo ha fatto in un certo periodo (nell’anno di attività operativa) in coerenza con le proprie scelte strategiche, in campo economico, sociale, educativo, ambientale, culturale e scientifico, affinché tutti gli stakeholder abbiano percezione del loro ruolo e del contributo che essi stessi danno allo sviluppo in senso lato dell’Ateneo. L’obiettivo cui, perciò, dovrebbe tendere il Bilancio Sociale di Roma Tre è quello di comporre nella sua complessità l’insieme delle informazioni descrittive dello stato attuale dell’Ateneo partendo dalle motivazioni alla base delle scelte strategiche per illustrare, infine, le potenziali ricadute e i benefici che quelle stesse scelte hanno apportato ai singoli attori in termini di sostenibilità. Il presente Bilancio Sociale, redatto ispirandosi agli standard G.B.S. per le università1, risulta composto dalle seguenti tre sezioni: • Identità dell’Università degli Studi Roma Tre; • La creazione del valore e la sua distribuzione; • Relazione Sociale.
978-88-97524-32-8
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
3101582.pdf

accesso aperto

Descrizione: Contributo
Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Creative commons
Dimensione 2.33 MB
Formato Adobe PDF
2.33 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11570/3101582
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact