All’interno di un ordinamento giuridico ispirato ai principi di fondo del costituzionalismo moderno, le libertà fondamentali della persona rappresentano il patrimonio assiologico di una comunità politica che, pur prestando particolare attenzione alla tutela dei suoi membri, ordinariamente identificati mediante il possesso dello status civitatis, non rinnega, ma, anzi, promuove un percorso di inclusione sociale che consente di conferire in capo agli stranieri la titolarità (e l’effettivo riconoscimento) dei diritti inviolabili dell’uomo. Lo statuto costituzionale del “non cittadino” rappresenta un tema attuale e ricco di sfumature in ordine al quale preminente si dimostra l’esigenza di pervenire al giusto contemperamento dei valori della solidarietà e dell’accoglienza, nel quadro del rafforzamento del principio di uguaglianza, declinato in una prospettiva universale, rispetto alla razionale gestione dei flussi migratori. Il contesto valoriale entro il quale matura una società (che ama e suole definirsi) civile assolve, in questa direzione, la funzione di orientare il sistema giuridico positivo, così come storicamente determinato, verso un processo di costante tensione, proiettato nella direzione di conformare i diritti (fondamentali) dei singoli in ossequio al rispetto della dignità dell’individuo, indipendentemente dalla nazionalità di appartenenza.

Flussi migratori e società multiculturale

BUSCEMA, LUCA
2017

Abstract

All’interno di un ordinamento giuridico ispirato ai principi di fondo del costituzionalismo moderno, le libertà fondamentali della persona rappresentano il patrimonio assiologico di una comunità politica che, pur prestando particolare attenzione alla tutela dei suoi membri, ordinariamente identificati mediante il possesso dello status civitatis, non rinnega, ma, anzi, promuove un percorso di inclusione sociale che consente di conferire in capo agli stranieri la titolarità (e l’effettivo riconoscimento) dei diritti inviolabili dell’uomo. Lo statuto costituzionale del “non cittadino” rappresenta un tema attuale e ricco di sfumature in ordine al quale preminente si dimostra l’esigenza di pervenire al giusto contemperamento dei valori della solidarietà e dell’accoglienza, nel quadro del rafforzamento del principio di uguaglianza, declinato in una prospettiva universale, rispetto alla razionale gestione dei flussi migratori. Il contesto valoriale entro il quale matura una società (che ama e suole definirsi) civile assolve, in questa direzione, la funzione di orientare il sistema giuridico positivo, così come storicamente determinato, verso un processo di costante tensione, proiettato nella direzione di conformare i diritti (fondamentali) dei singoli in ossequio al rispetto della dignità dell’individuo, indipendentemente dalla nazionalità di appartenenza.
migrazioni; società multiculturale; asilo; diritti fondamentali
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Tesi di Dottorato in Scienze Giuridiche -XXIX Ciclo - Flussi migratori e società multiculturale - Luca Buscema.pdf

accesso aperto

Descrizione: Tesi di dottorato
Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 1.7 MB
Formato Adobe PDF
1.7 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11570/3104343
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact