La scuola semiotica di Tartu-Mosca nel carteggio tra J. Lotman e B. Uspenskij