Nella misura in cui i rifugiati ed i titolari di protezione sussidiaria sono destinatari di una serie di diritti che, ai sensi delle principali norme internazionali e di diritto dell'Unione europea di riferimento, vengono riconosciuti anche ai cittadini, si realizza tra tali categorie di individui una sorta di equiparazione. Da tale equiparazione potrebbe scaturire una Sora di forma alternativa di cittadinanza che andrebbe a favorire il processo di integrazione degli stranieri più vulnerabili nella comunità degli Stati di destinazione, allentando così le tensioni tra cittadini e stranieri che, purtroppo, molto spesso la cronaca ci testimonia.

Status alternativi di cittadinanza per rifugiati e titolari di protezione sussidiaria

F. Perrini
2018

Abstract

Nella misura in cui i rifugiati ed i titolari di protezione sussidiaria sono destinatari di una serie di diritti che, ai sensi delle principali norme internazionali e di diritto dell'Unione europea di riferimento, vengono riconosciuti anche ai cittadini, si realizza tra tali categorie di individui una sorta di equiparazione. Da tale equiparazione potrebbe scaturire una Sora di forma alternativa di cittadinanza che andrebbe a favorire il processo di integrazione degli stranieri più vulnerabili nella comunità degli Stati di destinazione, allentando così le tensioni tra cittadini e stranieri che, purtroppo, molto spesso la cronaca ci testimonia.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11570/3127192
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact