Il contributo affronta la questione del rapporto tra Sicilia e Giappone a partire dalla fine del XVI secolo, e dei riflessi artistici (e anche, soprattutto, iconografici) che la presenza di missionari gesuiti siciliani in Giappone determinò sull'arte nell'Isola nel corso del Seicento

Immaginare (e temere) l’Oriente. Alle origini dei rapporti tra Sicilia e Giappone

Francesco Paolo Campione
2019

Abstract

Il contributo affronta la questione del rapporto tra Sicilia e Giappone a partire dalla fine del XVI secolo, e dei riflessi artistici (e anche, soprattutto, iconografici) che la presenza di missionari gesuiti siciliani in Giappone determinò sull'arte nell'Isola nel corso del Seicento
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11570/3147282
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact