Letteratura e antifilologia nello Xiphias di Diego Vitrioli