Contraddittorio endoprocedimentale, sua violazione e rilevanza della c. d. “prova di resistenza”