I frammenti epistolari presentati qui in traduzione costituiscono i resoconti topografici e sentimentali di un viaggio intrapreso da Chateaubriand attraverso il Belpaese. Si tratta delle lettere e degli appunti di diario che lo scrittore francese invia agli amici Joseph Joubert e Jean-Pierre Louis de Fontanes tra il 1803 e il 1804. In questi anni, infatti, una nomina di segretario di legazione a Roma concepita al fianco del cardinale Fesch (zio di Napoleone), fa sì che egli venga a contatto con la storia, la società, i monumenti e il paesaggio italiani, gustati attraverso una rassegna delle principali città della penisola.

François-René de Chateaubriand, Viaggio in Italia

Pierino GALLO
2009

Abstract

I frammenti epistolari presentati qui in traduzione costituiscono i resoconti topografici e sentimentali di un viaggio intrapreso da Chateaubriand attraverso il Belpaese. Si tratta delle lettere e degli appunti di diario che lo scrittore francese invia agli amici Joseph Joubert e Jean-Pierre Louis de Fontanes tra il 1803 e il 1804. In questi anni, infatti, una nomina di segretario di legazione a Roma concepita al fianco del cardinale Fesch (zio di Napoleone), fa sì che egli venga a contatto con la storia, la società, i monumenti e il paesaggio italiani, gustati attraverso una rassegna delle principali città della penisola.
Elfi
978-88-7586-244-2
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11570/3163863
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact