Apocalisse e normalità. Epidemia e inconscio visuale