Sigmund Freud, Un ricordo infantile di Leonardo da Vinci