I provvedimenti ex art. 32 del d. l. 90/2014 sono ascrivibili all’ampia categoria delle misure di prevenzione e si collocano in linea di continuità con l’evoluzione in senso patrimoniale di tali strumenti che, da mezzo diretto a colpire la marginalità sociale, consentono oggi di contrastare in modo sempre più efficace le manifestazioni di pericolosità riferibili anche agli esponenti delle élite sociali . In tal senso, al fine di salvaguardare la compatibilità costituzionale delle misure straordinarie, nel saggio si è ritenuto opportuno mettere in evidenza la necessità di evitare che, per effetto delle limitazioni al contraddittorio procedimentale ed al sindacato giurisdizionale, esse si trasformino in atti sostanzialmente sanzionatori irrogati senza le minime garanzie e sottoposti ad una «giurisdizione solo apparente» . Peraltro, un istituto centrale per bilanciare il sacrificio imposto al privato in sede di commissariamento, viene individuato dall'A. nella motivazione del singolo provvedimento, dalla quale deve evincersi l’applicazione del principio del minimo mezzo sotto il profilo dell’idoneità, necessarietà e proporzionalità della misura adottata

Interdittive antimafia e "commissariamento" delle imprese (avuto riguardo al settore degli appalti pubblici)

Astone, Francesco
2019

Abstract

I provvedimenti ex art. 32 del d. l. 90/2014 sono ascrivibili all’ampia categoria delle misure di prevenzione e si collocano in linea di continuità con l’evoluzione in senso patrimoniale di tali strumenti che, da mezzo diretto a colpire la marginalità sociale, consentono oggi di contrastare in modo sempre più efficace le manifestazioni di pericolosità riferibili anche agli esponenti delle élite sociali . In tal senso, al fine di salvaguardare la compatibilità costituzionale delle misure straordinarie, nel saggio si è ritenuto opportuno mettere in evidenza la necessità di evitare che, per effetto delle limitazioni al contraddittorio procedimentale ed al sindacato giurisdizionale, esse si trasformino in atti sostanzialmente sanzionatori irrogati senza le minime garanzie e sottoposti ad una «giurisdizione solo apparente» . Peraltro, un istituto centrale per bilanciare il sacrificio imposto al privato in sede di commissariamento, viene individuato dall'A. nella motivazione del singolo provvedimento, dalla quale deve evincersi l’applicazione del principio del minimo mezzo sotto il profilo dell’idoneità, necessarietà e proporzionalità della misura adottata
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Diritto e processo amministrativo.pdf

solo gestori archivio

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 4.58 MB
Formato Adobe PDF
4.58 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11570/3190504
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact