All’interno dell’articolato progetto “Roma Tre per Dante”, nelle plurali iniziative culturali e scientifiche con cui nel 2021 l’Ateneo romano ha celebrato il settecentesimo anniversario del Sommo Poeta, il Convegno internazionale "Dante e la politica dal passato al presente" ha costituito un rigoroso e al tempo stesso appassionato momento di confronto scientifico e di ricerca interdisciplinare che ha coinvolto studiosi di sedi italiane ed estere. L’evento, tenutosi il 6 e 7 maggio 2021, si è svolto in due giornate, dedicate rispettivamente a “Dante e la politica del suo tempo” e “Dante politico nel mondo contemporaneo”: la prima, destinata all’approfondimento delle categorie e del lessico politico dantesco, delle questioni centrali dei testi e dei contesti di riflessione politica del Poeta in dialogo con autori e filosofi coevi; la seconda, tesa a delineare i tratti fondamentali dell’exemplum civile dantesco e la vasta ed eterogenea interpretazione del suo pensiero a partire dal XIX secolo. Gli interventi hanno messo in luce fino a che punto Dante abbia contribuito a formare, per continuità e fratture, l’orizzonte di senso all’interno del quale ci muoviamo, ponendo questioni che, seppur diversamente delineate, trovano una loro radice problematica in quella che può forse essere definita l’inattuale modernità della riflessione dantesca.

Dante e la politica. Dal passato al presente

Pacile', Maria Teresa
2021

Abstract

All’interno dell’articolato progetto “Roma Tre per Dante”, nelle plurali iniziative culturali e scientifiche con cui nel 2021 l’Ateneo romano ha celebrato il settecentesimo anniversario del Sommo Poeta, il Convegno internazionale "Dante e la politica dal passato al presente" ha costituito un rigoroso e al tempo stesso appassionato momento di confronto scientifico e di ricerca interdisciplinare che ha coinvolto studiosi di sedi italiane ed estere. L’evento, tenutosi il 6 e 7 maggio 2021, si è svolto in due giornate, dedicate rispettivamente a “Dante e la politica del suo tempo” e “Dante politico nel mondo contemporaneo”: la prima, destinata all’approfondimento delle categorie e del lessico politico dantesco, delle questioni centrali dei testi e dei contesti di riflessione politica del Poeta in dialogo con autori e filosofi coevi; la seconda, tesa a delineare i tratti fondamentali dell’exemplum civile dantesco e la vasta ed eterogenea interpretazione del suo pensiero a partire dal XIX secolo. Gli interventi hanno messo in luce fino a che punto Dante abbia contribuito a formare, per continuità e fratture, l’orizzonte di senso all’interno del quale ci muoviamo, ponendo questioni che, seppur diversamente delineate, trovano una loro radice problematica in quella che può forse essere definita l’inattuale modernità della riflessione dantesca.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11570/3207882
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact