La tesi esplora la natura complessa del Bodily Self attraverso lo studio di un conflitto corporeo peculiare, noto con l’etichetta di Body Integrity Dysphoria (BID), che vede soggetti non psicotici e senza danni cerebrali evidenti richiedere una determinata disabilità fisica. Lo scopo dell’elaborato è quello di evidenziare come la comprensione di questo fenomeno richieda un approccio multidisciplinare che non si limiti al dominio cerebrale, considerato isolatamente. Pertanto, la tesi propone un’analisi fenomenologica di alcuni aspetti ricorrenti che caratterizzano queste modalità d’esistenza, per discutere la possibilità che l’esperienza vissuta da queste persone possa influenzare plasticamente alcuni dei correlati cerebrali emersi nel contesto delle indagini neuroscientifiche. La trattazione filosofica si accompagna a studi qualitativi e quantitativi originali che hanno coinvolto un vasto numero di persone con BID, al fine di descrivere la coscienza corporea umana come un fenomeno complesso, in cui anche il linguaggio articolato riveste un ruolo cruciale. Ci si domanda infine se le nuove tecniche sperimentali o eventuali protocolli terapeutici possano lenire la dissonanza corporea avvertita – il più delle volte sin dall’infanzia – dalle persone con BID.

Il senso di aderenza corporea. Per un approccio integrato alla Body Integrity Dysphoria (BID)

CAPODICI, Alessandro
2021-11-24

Abstract

La tesi esplora la natura complessa del Bodily Self attraverso lo studio di un conflitto corporeo peculiare, noto con l’etichetta di Body Integrity Dysphoria (BID), che vede soggetti non psicotici e senza danni cerebrali evidenti richiedere una determinata disabilità fisica. Lo scopo dell’elaborato è quello di evidenziare come la comprensione di questo fenomeno richieda un approccio multidisciplinare che non si limiti al dominio cerebrale, considerato isolatamente. Pertanto, la tesi propone un’analisi fenomenologica di alcuni aspetti ricorrenti che caratterizzano queste modalità d’esistenza, per discutere la possibilità che l’esperienza vissuta da queste persone possa influenzare plasticamente alcuni dei correlati cerebrali emersi nel contesto delle indagini neuroscientifiche. La trattazione filosofica si accompagna a studi qualitativi e quantitativi originali che hanno coinvolto un vasto numero di persone con BID, al fine di descrivere la coscienza corporea umana come un fenomeno complesso, in cui anche il linguaggio articolato riveste un ruolo cruciale. Ci si domanda infine se le nuove tecniche sperimentali o eventuali protocolli terapeutici possano lenire la dissonanza corporea avvertita – il più delle volte sin dall’infanzia – dalle persone con BID.
Sé corporeo, body ownership, body image, neuroplasticità, linguaggio
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Tesi_dottorato_Capodici.pdf

embargo fino al 24/11/2022

Descrizione: Tesi di dottorato
Tipologia: Tesi di dottorato
Licenza: Creative commons
Dimensione 3.08 MB
Formato Adobe PDF
3.08 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11570/3214345
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact