IMPATTO DEI LIVELLI DI ANSIA SULLA DENSITÀ MINERALE OSSEA IN DONNE CON OSTEOPOROSI POSTMENOPAUSALE Gli Aspetti psicologici sono spesso associati a patologie croniche e noi abbiamo dimostrato I livelli di ansia correlare in maniera statisticamente significativa alla densità minerale ossea (BMD),ed inoltre abbiamo valutato in un gruppo di donne con osteoporosi postmenopausale, l’associazione tra i livelli di ansia e la risposta terapeutica ai bifosfonati (BPs) orali. Sono state arruolate 128 donne in postmenopausa afferenti consecutivamente presso l’Ambulatorio dedicato alle Osteopatie Metaboliche dell’UO di Geriatria del Policlinico Universitario di Messina, a cui è stata prescritta terapia con alendronato o risedronato, alla dose di 70 mg o 35 mg rispettivamente, in singola somministrazione settimanale per 24 mesi. Sono stati garantiti livelli adeguati di vitamina D supplementando le partecipanti con colecalciferolo 25.000 UI ogni due settimane. Il rischio a 10 anni di fratture osteoporotiche maggiori e di anca è stato stimato attraverso l’algoritmo FRAX; la BMD è stata valutata in sede lombare e femorale attraverso metodica gold-standard Dual-energy X-ray absorptiometry al baseline e dopo 24 mesi; inoltre, una radiografia in doppia proiezione del rachide dorso-lombare è stata eseguita per identificare le fratture vertebrali morfometriche. L’ Hamilton Anxiety Rating Scale (HAM-A) è stato impiegato quale test per la misura dei livelli di ansia, mentre la Beck Depression Inventory-second edition (BDI-II) è stata adoperata per rilevare la presenza di sintomi depressivi. Le pazienti sono state suddivise in tre gruppi in base a livelli crescenti di ansia (HAMA-A 3 > HAMA-A 2 > HAMA-A 1). L’aderenza al trattamento antiosteoporotico è stata valutata al termine del follow-up. Risultati: Le partecipanti avevano un’età media di 68 anni. Dopo 24 mesi, le variazioni di BMD erano differenti tra i terzili di ansia. La variazione di BMD è risultata significativamente maggiore sia nel gruppo HAMA-A 2 (5.07%) che in quello HAMA-A 3 (1.74%), rispetto ad HAMA-A 1 (0.21%). Un simile trend è stato osservato per la variazione di BMD femorale. L’aderenza al trattamento con BPs è risultata > 75% nel 68% delle pazienti in HAMA-A 1, nel 79% delle pazienti in HAMA-A 2 e nell’89% di quelle in HAMA-A 3 (p=0.0014). Ad una analisi di regressione multipla, dopo aver corretto per età, indice di massa corporea, sintomi depressivi e FRAX score, i livelli di ansia risultavano indipendentemente associati alla variazione di BMD lombare (β=0.3417, SE 0.145, p=0.02). Conclusioni: Per la prima volta, questo studio dimostra come i livelli di ansia siano associati alla BMD e alla risposta al trattamento con BPs orali in donne con osteoporosi postmenopausale, espressa da un miglioramento della BMD, probabilmente attraverso un diverso profilo di aderenza alla terapia da parte delle pazienti. Bibliografia: - Catalano A, Martino G, Bellone F, Gaudio A, Lasco C, Langher V, Lasco A, Morabito N. Anxiety levels predict fracture risk in postmenopausal women assessed for osteoporosis. Menopause. 2018 Oct;25(10):1110-1115. doi: 10.1097/GME.0000000000001123. - Erez HB, Weller A, Vaisman N, Kreitler S. The relationship of depression, anxiety and stress with low bone mineral density in post-menopausal women. Arch Osteoporos. 2012;7:247-55. doi: 10.1007/s11657-012-0105-0. - Bianchi ML, Duca P, Vai S, Guglielmi G, Viti R, Battista C, Scillitani A, Muscarella S, Luisetto G, Camozzi V, Nuti R, Caffarelli C, Gonnelli S, Albanese C, De Tullio V, Isaia G, D'Amelio P, Broggi F, Croci M. Improving adherence to and persistence with oral therapy of osteoporosis. Osteoporos Int. 2015 May;26(5):1629-38. doi: 10.1007/s00198-015-3038-9. - Diez-Perez A, Naylor KE, Abrahamsen B, Agnusdei D, Brandi ML, Cooper C, Dennison E, Eriksen EF, Gold DT, Guañabens N, Hadji P, Hiligsmann M, Horne R, Josse R, Kanis JA, Obermayer-Pietsch B, Prieto-Alhambra D, Reginster JY, Rizzoli R, Silverman S, Zillikens MC, Eastell R; Adherence Working Group of the International Osteoporosis Foundation and the European Calcified Tissue Society. International Osteoporosis Foundation and European Calcified Tissue Society Working Group. Recommendations for the screening of adherence to oral bisphosphonates. Osteoporos Int. 2017 Mar;28(3):767-774. doi: 10.1007/s00198-017-3906-6.

Impatto dei livelli di ansia sulla densità minerale ossea in donne con osteoporosi postmenopausale

Lasco, Carmen
2021

Abstract

IMPATTO DEI LIVELLI DI ANSIA SULLA DENSITÀ MINERALE OSSEA IN DONNE CON OSTEOPOROSI POSTMENOPAUSALE Gli Aspetti psicologici sono spesso associati a patologie croniche e noi abbiamo dimostrato I livelli di ansia correlare in maniera statisticamente significativa alla densità minerale ossea (BMD),ed inoltre abbiamo valutato in un gruppo di donne con osteoporosi postmenopausale, l’associazione tra i livelli di ansia e la risposta terapeutica ai bifosfonati (BPs) orali. Sono state arruolate 128 donne in postmenopausa afferenti consecutivamente presso l’Ambulatorio dedicato alle Osteopatie Metaboliche dell’UO di Geriatria del Policlinico Universitario di Messina, a cui è stata prescritta terapia con alendronato o risedronato, alla dose di 70 mg o 35 mg rispettivamente, in singola somministrazione settimanale per 24 mesi. Sono stati garantiti livelli adeguati di vitamina D supplementando le partecipanti con colecalciferolo 25.000 UI ogni due settimane. Il rischio a 10 anni di fratture osteoporotiche maggiori e di anca è stato stimato attraverso l’algoritmo FRAX; la BMD è stata valutata in sede lombare e femorale attraverso metodica gold-standard Dual-energy X-ray absorptiometry al baseline e dopo 24 mesi; inoltre, una radiografia in doppia proiezione del rachide dorso-lombare è stata eseguita per identificare le fratture vertebrali morfometriche. L’ Hamilton Anxiety Rating Scale (HAM-A) è stato impiegato quale test per la misura dei livelli di ansia, mentre la Beck Depression Inventory-second edition (BDI-II) è stata adoperata per rilevare la presenza di sintomi depressivi. Le pazienti sono state suddivise in tre gruppi in base a livelli crescenti di ansia (HAMA-A 3 > HAMA-A 2 > HAMA-A 1). L’aderenza al trattamento antiosteoporotico è stata valutata al termine del follow-up. Risultati: Le partecipanti avevano un’età media di 68 anni. Dopo 24 mesi, le variazioni di BMD erano differenti tra i terzili di ansia. La variazione di BMD è risultata significativamente maggiore sia nel gruppo HAMA-A 2 (5.07%) che in quello HAMA-A 3 (1.74%), rispetto ad HAMA-A 1 (0.21%). Un simile trend è stato osservato per la variazione di BMD femorale. L’aderenza al trattamento con BPs è risultata > 75% nel 68% delle pazienti in HAMA-A 1, nel 79% delle pazienti in HAMA-A 2 e nell’89% di quelle in HAMA-A 3 (p=0.0014). Ad una analisi di regressione multipla, dopo aver corretto per età, indice di massa corporea, sintomi depressivi e FRAX score, i livelli di ansia risultavano indipendentemente associati alla variazione di BMD lombare (β=0.3417, SE 0.145, p=0.02). Conclusioni: Per la prima volta, questo studio dimostra come i livelli di ansia siano associati alla BMD e alla risposta al trattamento con BPs orali in donne con osteoporosi postmenopausale, espressa da un miglioramento della BMD, probabilmente attraverso un diverso profilo di aderenza alla terapia da parte delle pazienti. Bibliografia: - Catalano A, Martino G, Bellone F, Gaudio A, Lasco C, Langher V, Lasco A, Morabito N. Anxiety levels predict fracture risk in postmenopausal women assessed for osteoporosis. Menopause. 2018 Oct;25(10):1110-1115. doi: 10.1097/GME.0000000000001123. - Erez HB, Weller A, Vaisman N, Kreitler S. The relationship of depression, anxiety and stress with low bone mineral density in post-menopausal women. Arch Osteoporos. 2012;7:247-55. doi: 10.1007/s11657-012-0105-0. - Bianchi ML, Duca P, Vai S, Guglielmi G, Viti R, Battista C, Scillitani A, Muscarella S, Luisetto G, Camozzi V, Nuti R, Caffarelli C, Gonnelli S, Albanese C, De Tullio V, Isaia G, D'Amelio P, Broggi F, Croci M. Improving adherence to and persistence with oral therapy of osteoporosis. Osteoporos Int. 2015 May;26(5):1629-38. doi: 10.1007/s00198-015-3038-9. - Diez-Perez A, Naylor KE, Abrahamsen B, Agnusdei D, Brandi ML, Cooper C, Dennison E, Eriksen EF, Gold DT, Guañabens N, Hadji P, Hiligsmann M, Horne R, Josse R, Kanis JA, Obermayer-Pietsch B, Prieto-Alhambra D, Reginster JY, Rizzoli R, Silverman S, Zillikens MC, Eastell R; Adherence Working Group of the International Osteoporosis Foundation and the European Calcified Tissue Society. International Osteoporosis Foundation and European Calcified Tissue Society Working Group. Recommendations for the screening of adherence to oral bisphosphonates. Osteoporos Int. 2017 Mar;28(3):767-774. doi: 10.1007/s00198-017-3906-6.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Tesi Dottorato - Carmen Lasco.pdf

accesso aperto

Tipologia: Tesi di dottorato
Licenza: Creative commons
Dimensione 473.18 kB
Formato Adobe PDF
473.18 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11570/3215960
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact